Pubblicato il

Ecco cosa sono

Lo zimbello del sangue freddo,
quando mi guardi,
ecco cosa sono.

Non c’è tristezza
che possa legittimare
l’assenza di fantasia,
ed io, oltre ad averti,
ti sogno mia.

Questo che mordo altrimenti,
a volte, è un boccone egoista,
solitario, che prende l’autobus
leggendo ed ignora i passanti
per trovarne altri sulla carta,
descritti, deciso ad aprire
la vita di lato

e a vedere quello
che contiene dal basso,
attraverso un vetro appannato
dalle piccole paure
che mi serrano
in un diario muto.

Informazioni su simonebocchetta

"o con ragione, o senza ragione, o contro di essa, io non voglio morire. E quando infine morirò, se morirò definitivamente, non mi sarò lasciato morire, ma mi avrà ucciso il destino umano" (M. De Unamuno, Del sentimento tragico della vita).

3 risposte a “Ecco cosa sono

  1. Bellissima. Che ti devo dire, spesso anch’io prendo quell’autobus.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...