Pubblicato il

Lettura clandestina

La lettura clandestina
la notte
finisce in grande scandalo:

si legge, si legge,
e non vi sarebbe piaciuto saperlo.

Si legge carta con quelle donne
vere descritte, quei sentimenti,
quelle parti iniziali
che pur essendo tali
prima non avevamo letto mai,
quelle parti finali
che non chiudono nulla
ed aprono tutto,
quelle astrazioni liriche
che parlano del pane e dell’acqua,
quelle virgole, quei punti,
quei telefoni che finalmente
non suonano e quelle televisioni
che nessuno è obbligato a guardare.

L’anno della morte di Ricardo Reis,
probabilmente, si dormiva tanto,
e la ragione aveva tempo anch’essa
di dedicarsi al sonno.

Annunci

Informazioni su simonebocchetta

"o con ragione, o senza ragione, o contro di essa, io non voglio morire. E quando infine morirò, se morirò definitivamente, non mi sarò lasciato morire, ma mi avrà ucciso il destino umano" (M. De Unamuno, Del sentimento tragico della vita).

2 risposte a “Lettura clandestina

  1. mi piace! grazie per aver visitato 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...