Pubblicato il

Bella compagna

Corre per le scale
dopo un attimo di immobilità.

Fino a vent’anni fa
ti teneva la mano,
per fare coraggio a se stesso.

Ora, taglia la curva della strada
e s’infartua
come un colpo sulla porta,
come se volesse entrare nella vita.

Cadendo bocconi davanti a te,
bella compagna di viaggio nel passeggio
che ti penso strana

(primi nove anni della vita metodista,
poi ebrea e cattolica ad un tempo,
poi pagana fino alla morte)

ed in questa situazione

(due gradini per volta,
non poteva proprio resistere,
era fragile da tempo,
anche a causa tua
sicuramente).

“Da che parte si risponde al telefono?”

“Pronto? Ci vado,
ci vado, e porto
la borsetta in tinta
e le battutine acidule,
se tu porti il veleno
per usarlo”.

Annunci

Informazioni su simonebocchetta

"o con ragione, o senza ragione, o contro di essa, io non voglio morire. E quando infine morirò, se morirò definitivamente, non mi sarò lasciato morire, ma mi avrà ucciso il destino umano" (M. De Unamuno, Del sentimento tragico della vita).

2 risposte a “Bella compagna

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...