Pubblicato il

Si perplimono

Così come quel vecchio

negativo delle foto

ricordava a noi

che specchio a specchio inverso

ci si costruisce un’anima,

è ora questo mio un ricordo

che di ombra in ombra

porta avanti luce.

 

Ecco che bambino no,

non mi tuffavo

e poco amavo

stare in spiaggia,

sporcarmi di granelli,

aver la bocca arsa

con la pelle rossa

ed incoerente.

 

Ecco che voi bambini

sulla sabbia camminate

e sotto il sole,

tra una conchiglia

che mi fa chinare ancora,

un’ombra d’ombrellone

che, vampiro solo io

nella famiglia, mi rifugia

e dei vicini d’area

che mentre qui vi scrivo

mi guardano

ad alzate sopracciglia

per qualcosa che indosso,

per gli occhiali storti

o perché scrivo

e come purtroppo

poco spesso

credo

accada loro

si perplimono.

Annunci

Informazioni su simonebocchetta

"o con ragione, o senza ragione, o contro di essa, io non voglio morire. E quando infine morirò, se morirò definitivamente, non mi sarò lasciato morire, ma mi avrà ucciso il destino umano" (M. De Unamuno, Del sentimento tragico della vita).

4 risposte a “Si perplimono

  1. marco

    Veramente stupenda. In molte tue composizioni come in questa avverto forte il tema della paternità, deve essere un’esperienza di grande crescita

  2. La gente rimane perplessa da tutto ciò che è diverso dal loro piccolo mondo quotidiano, qualcuno che scrive anziché fare casino in spiaggia è sicuramente un alieno. 😉
    Ciao.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...