Pubblicato il

Cose altrui/15 – E. Hemingway

Autore: Signora, è difficile che incontriate qualcuno più prevenuto di me  che dichiari di avere la mente più aperta. Ma non è possibile che questo avvenga perché una parte della nostra mente, quella che ci fa agire, diventa prevenuta con l’esperienza e intanto l’altra rimane completamente aperta per osservare e giudicare?

Vecchia signora: Signore, non lo so.

Autore: Signora, neanch’io. E può benissimo darsi che stiamo dicendo delle coglionerie.

Vecchia signora: E’ una parola strana, e non l’ho mai sentita quando ero giovane.

Autore: Signora, ora usiamo questo termine per descrivere la vacuità di una conversazione astratta o qualunque tendenza metafisica nel parlare.

Vecchia signora: Devo imparare ad usare con correttezza questi termini.

Ernest Hemingway, Morte nel pomeriggio (traduzione di Fernanda Pivano), Einaudi, Milano 1947, p. 109.

Annunci

Informazioni su simonebocchetta

"o con ragione, o senza ragione, o contro di essa, io non voglio morire. E quando infine morirò, se morirò definitivamente, non mi sarò lasciato morire, ma mi avrà ucciso il destino umano" (M. De Unamuno, Del sentimento tragico della vita).

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...